Posso bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici

Alcune persone credono che l'assunzione di antibiotici esclude il consumo di alcol. Cerchiamo di chiarire la situazione, e determinare quali farmaci, dopo quanto tempo dopo aver bevuto alcol, si può prendere senza conseguenze per la salute.

Pillole e alcol

Compatibilità del farmaco con l'alcol dipende dal tipo di agente antibatterico. Alcuni antibiotici inibiscono un enzima, dividere alcol. Quindi nel sangue si accumulano sostanze tossiche. Dopo l'assunzione di questi fondi, come conseguenze, dilatare i vasi sanguigni periferici, provocando arrossamento del viso.

Le sostanze tossiche che si accumulano nel sangue provocano nausea e vomito. Risposta all'avvelenamento accompagnato da fibrillazione e vertigini. Naturalmente, somministrazione di bevande alcoliche e senza antibiotici può causare sintomi simili.

Ma è improbabile che dopo la somministrazione del farmaco, il medico vi dirà quanto tempo si può prendere l'alcool. Purtroppo, una risposta motivata non si sente più. Nelle istruzioni c'è sempre una info sulla compatibilità del farmaco con il liquore e altri farmaci.

Solo dopo una spiegazione dettagliata si può concludere, vale la pena di rischiare la salute, e dopo quanto tempo dopo l'assunzione si può bere. È necessario dire che c'è un antibatterico farmaci che non interagiscono con alcoli. Categorica controindicazione c'è solo per il metronidazolo e farmaci di questo gruppo.

Perché non è possibile combinare l'alcol con gli antibiotici

Molti chiamano il divieto di consumo di bevande alcoliche durante il trattamento mito, relative alla necessità di un corretto stile di vita della persona malata. Forse in questo c'è la verità. Ma è assolutamente certo che le conseguenze teturam reazioni provocano pericolosa per la vita rallentare il lavoro del cuore e un calo di pressione.

Si scopre, per riciclare sostanza tossica bisogno di enzimi che degradano il farmaco e promuovere l'escrezione. L'alcol inibisce la produzione di deidrogenasi, quindi la quantità di veleno acetaldeide raggiunge critico quantità.

Manifestare questo stato può brusca perdita di coscienza a causa di un calo di pressione sanguigna. La condizione può essere accompagnata da crampi, febbre, asfissia.

Gli antibiotici

Non sono compatibili tutti gli antibiotici tetracicline.

Ci sono dati che gli antibiotici del gruppo metronidazolum danno disulfiramum risposta. La molecola di cefalosporine ricorda la struttura di disulfiram, quindi anche causa di questi fenomeni.

Un altro motivo indesiderato assunzione di alcol – riduzione azione antimicrobica e un effetto tossico sul fegato. Inoltre, la probabilità di sviluppare effetti collaterali dopo l'assunzione di alcol aumenta.

Le conseguenze sono individuali per ogni. Quindi è meglio aspettare l'abuso di alcol fino a guarigione e non sperimentare con la loro salute

Ricezione simultanea di farmaci con l'alcol rischia le seguenti conseguenze:

  • Avvelenamento da tossine;
  • Violazione degli enzimi del fegato;
  • L'inattivazione della sostanza attiva del farmaco;
  • L'inefficacia del trattamento;
  • L'aggravamento della malattia;
  • Reazioni allergiche;
  • Sovraccarico renale.

Gli antibiotici rallentano la scissione degli alcoli. In seguito il giorno successivo arriverà pesante sbornia.

Sulla base di quanto sopra, io dico «arrivederci» alcol fino al pieno recupero dopo una malattia. In caso contrario, il mio recupero è minacciata, e la possibilità di contrarre una forma cronica aumenta in modo significativo. Ecco perché.

L'obiettivo di assunzione di antibiotici – per distruggere gli agenti patogeni. Nello stomaco compressa il farmaco si scioglie e viene assorbito nel sangue. Dei farmaci viaggiano in tutto il corpo, penetrano in un focolaio di infiammazione, uccidono, e di inibire la proliferazione di batteri.

Dopo di che inizia a lavorare attivamente il fegato. Il suo compito è quello di riciclare prodotti di decomposizione dei batteri e antibiotici, e poi con l'aiuto del sistema escretore rimuovere dal corpo.

Posso consumare alcol debole

Il principio attivo di bevande alcoliche, indipendentemente dalla loro fortezza – etanolo. Una piccola concentrazione di questa sostanza è sufficiente per l'esecuzione di reazioni chimiche. L'etanolo interagisce con gli antibiotici, paralizzando il loro lavoro.

Anche l'alcol agisce sugli enzimi, che non abbattere l'alcol. Quindi si circola nel sangue in forma di sostanze tossiche, causando i sintomi di avvelenamento. Prodotti di decomposizione dei batteri formano anche tossici complessi con l'alcol.

Come interagisce l'etanolo con farmaci

È noto che i produttori di farmaci non sperimentano farmaci sulle persone che si trovano in stato di ebbrezza. Pertanto, nelle istruzioni non danno consigli per questo motivo. Ma c'è sempre una nota: prendere esattamente come prescritto dal medico.

Si deve anche dire che la malattia drena il corpo e per il ripristino serve la mobilitazione di tutti i sistemi. Quindi non vale la pena di allentare ulteriormente la sua assunzione di alcol e di creare ostacoli per il funzionamento dell'antibiotico. Sullo sfondo l'assunzione di antibiotici, anche il più innocuo l'infezione, causando effetti avversi.

Perché non si può bere antibiotici con l'alcol

Pertanto, qualsiasi trattamento implica il rifiuto di alcol durante il corso della terapia. Oltre antibiotico di solito prescrivono altri farmaci, che nel complesso creano un grande lavoro per il fegato per la lavorazione di prodotti di decadimento.

Ulteriori carico del fegato cellule può causare la loro morte. Quanto tempo ci vuole per portare il corpo di un antibiotico? Si consiglia di astenersi da bevande alcoliche ancora tre giorni dopo il trattamento, per crisi di astinenza da farmaci.

I più frequenti segni di accumulazione di intossicazione con una combinazione di antibiotici con l'alcol – vomito, mal di stomaco. A volte i farmaci in termini di azioni di etanolo affatto negare la loro influenza è speso soldi, tempo, e soprattutto la salute.

In questo caso, scelgo sempre la possibilità di guarire, e non lanciare la sua malattia o di contrarre una complicazione in forma di cirrosi epatica.

14.09.2018